mercoledì 19 aprile 2017

Bryansk, scoperta una "Venere" di osso di mammut

La "Venere" siberiana (Foto: Istituto di archeologia ed etnografia)
Una splendida statuina raffigurante una "Venere" di 23000 anni fa è stata scoperta nella regione di Bryansk, in Russia. La statuina è stata ricavata dalla zanna di un mammut lanoso ed ha fattezze estremamente delicate.
Il Dottor Konstantin Gavrilov, che ha guidato la spedizione che ha trovato la statuina, ritiene impossibile che la "Venere" sia legata ad un culto della fertilità, poiché è antecedente alla "scoperta" dell'agricoltura. Probabilmente si tratta della rappresentazione di una donna incinta, o con una pancia evidente.
La "Venere" giaceva accanto a strati di calcare di grandi dimensioni e a parti di ossa di mammut dipinte con un colorante di origine minerale. Altre "Veneri" sono state trovate in Russia, in particolare nei pressi del lago Baikal, in Siberia.

Fonte:
Daily Mail


Il luogo dove è stata rinvenuta la statuetta (Foto: Istituto di archeologia ed etnografia)

Posta un commento

Tiriolo, scoperto un edificio di IV-III secolo a.C.

L'archeologo Riccardo Stocco illustra i ritrovamenti archeologici alla popolazione di Tiriolo (Foto: vita.it) Le ultime campagne di...